Risvegliare la bieta seminata in autunno

 

Risvegliare la bieta seminata in autunno
E’ questo il momento di ripulire i vasi della bieta, e rimetterli in produzione con una buona concimazione ricca di azoto
 

La bieta seminata in autunno, dall’arrivo dei primi freddi, ha trascorso l’inverno  vivacchiando senza entusiasmo; non è cresciuta ma è sopravvissuta ugualmente alla mancanza di luce e calore, anche se ne è uscita un po’ malconcia.

Ora che il periodo delle gelate sembra essere passato, almeno in questa zona (siamo a Latina dopo la metà di febbraio) è arrivato il momento di dare una sferzata di energia alle piantine,in modo che tornino in produzione al più presto. Del resto, anche seminando nuova bieta in questo momento, la prima produzione non si potrebbe  avere prima di un paio di mesi.

Quindi, è stato utile mantenere queste piantine per tutto l’inverno, pur non ricavandone niente; ci è costato un lavoro minimo, ma ora ci consente di avere delle primizie in una stagione non molto prodiga di verdura fresca.

 

Scerbare le piantine  (strappare  via con le mani tutta l’erba che le soffoca), questo rimuoverà il terreno attorno alla piantina. Innaffiare se c’è bisogno, e spargere alcuni granelli di concime a prevalenza di azoto. In breve tempo le piantine torneranno vivaci e riprenderanno velocemente a crescere.

Se le piantine sono in vaso, potete spostarle in un luogo dove prendano più luce e sole. La crescita sarà ancora più veloce e abbondante.

Nel frattempo, seminate nuova bieta.

Buon orto a tutti!!

  


Coltivare l’orto
gruppo aperto

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
DIVENTA FAN

Altre  informazioni utili sulla coltivazione dell’orto le puoi trovare sul mio libro: Coltivare l’orto
BUON ORTO A TUTTI!!!
Risvegliare la bieta seminata in autunnoultima modifica: 2011-02-20T17:52:00+01:00da hobbyorto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento