Archivi tag: cavolfiori

CONSOCIARE I CAVOLI? SI PUO’, MA SONO SCHIZZINOSI

CONSOCIARE I CAVOLI? SI PUO’, MA SONO SCHIZZINOSI

La consociazione è una pratica diffusa nei piccoli orti. Consociare ortaggi significa coltivarli assieme, negli stessi spazi, intercalandoli. Con questa tecnica si sfrutta meglio il poco terreno disponibile. Anche la consociazione è un’arte: non tutte le consociazioni sono possibili perché, mentre alcune piante “simpatizzano”, altre, decisamente, “antipatizzano”

File di cipolle e cavoli coltivate una accanto all’altra
 

Possono essere consociati molti ortaggi, se si verificano due condizioni:

– la prima è che pur convivendo nello stesso terreno, ne usino le sostanze in quantità e qualità che non danneggia la nutrizione dell’altra specie; nei fatti, non èp mai vene consociare verdure della stessa famiglia.

– la seconda è che raggiungano la massima occupazione dello spazio in tempi diversi, in modo che una non sovrasti e non soffochi l’altra.

Cavolo in vaso consociato con cipolla
 

Per esempio si può coltivare la lattuga accanto alle piantine di peperone appena trapiantate, nella certezza che, quando il peperone sarà tanto cresciuto da togliere aria e luce alla lattuga, questa sarà già stata raccolta.

Ci sono poi casi nei quali la consociazione è addirittura consigliata, quando una pianta, per esempio, respinge i parassiti della seconda.

Ancora cavolfiori e cipolla in vaso
 

I cavoli in genere sono piante che si espandono molto abbastanza rapidamente, e sono molto voraci nel consumo delle sostanze fertilizzanti del terreno.

Possiamo considerare due casi.

Primo: consociazioni del tutto sconsigliate. Eviteremo senz’altro di coltivare patate o ravanelli assieme ai cavoli.

Secondo: Consociazioni possibili. Sono possibili, anche se non raccomandate, le consociazioni dei cavoli con cetrioli, fagiolini,  finocchi, lattuga, piselli, pomodori, spinaci.

Terzo: Consociazioni consigliate. Una consociazione decisamente consigliata per i cavoli è quella in associazione con le cipolle.

In un grosso vaso sono consociati peperoni e lattuga. spunta anche (da un vaso vicino) un tralcio di zucca
 
VEDI ANCHE:

POMODORI. SCEGLIAMO LE VARIETA’ DA COLTIVARE NELL’ORTO O SUL BALCONE 

FOGLIE INGIALLITE: CLOROSI FERRICA E CHELATI DI FERRO

AVETE ACCESO IL CAMINETTO? NON BUTTATE LA CENERE

MALATTIE DELLE FAVE: L’OCCHIO DI PAVONE O CERCOSPORA 

LE MINI-MELANZANE DA ANTIPASTO SI POSSONO COLTIVARE ANCHE IN VASO SUL BALCONE

LA ROTAZIONE DELLE COLTURE NELL’ORTO SPIEGATA IN POCHE PAROLE SEMPLICI     

Nasce “COLTIVARE L’ORTO EDITRICE” con un catalogo tutto dedicato all’orticoltura  

VERDURE D’INVERNO: SEMINA E TRAPIANTO DELLA BIETA A COSTE

ORTO. PREPARAZIONE ALLE SEMINE. VANGATURA E CONCIMAZIONE 

GENNAIO NELL’ORTO. TABELLA DELLE SEMINE ALL’APERTO E IN SERRA FREDDA O CALDA
LA PERONOSPORA NELL’ORTO: RICONOSCERLA E PREVENIRLA  

LA PERONOSPORA E LA REGOLA DEI TRE DIECI  

QUANDO FARE I TRATTAMENTI CONTRO LA PERONOSPORA DI VITE, POMODORO, PATATA, ROSA

 

PER NATALE REGALATI UN LIBRO PER L’ORTO
I migliori li trovi QUI
con SCONTI E OMAGGI

NOVITA’:  CALENDARIO LUNARE DELL’ORTO 2013
 

Freschissimo di stampa

500 SEGRETI PER AVERE UN ORTO MERAVIGLIOSO

Ottobre 2012 prima edizione

Formato 17X24

320 pagine

Prezzo euro 18,90

Vedi sconti e omaggi

 


Coltivare l’orto
gruppo aperto

3500 iscritti!!

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
6400 fans!!!

DIVENTA FAN


Fare l’orto diventa
Hobby dell’anno


DIVENTA FAN


Fare l’orto, che passione!

DIVENTA FAN

BUON ORTO A TUTTI!!!

CONSOCIARE I CAVOLI? SI PUO’, MA SONO SCHIZZINOSI

CONSOCIARE I CAVOLI? SI PUO’, MA SONO SCHIZZINOSI

La consociazione è una pratica diffusa nei piccoli orti. Consociare ortaggi significa coltivarli assieme, negli stessi spazi, intercalandoli. Con questa tecnica si sfrutta meglio il poco terreno disponibile. Anche la consociazione è un’arte: non tutte le consociazioni sono possibili perché, mentre alcune piante “simpatizzano”, altre, decisamente, “antipatizzano”

File di cipolle e cavoli coltivate una accanto all’altra
 

Possono essere consociati molti ortaggi, se si verificano due condizioni:

– la prima è che pur convivendo nello stesso terreno, ne usino le sostanze in quantità e qualità che non danneggia la nutrizione dell’altra specie; nei fatti, non èp mai vene consociare verdure della stessa famiglia.

– la seconda è che raggiungano la massima occupazione dello spazio in tempi diversi, in modo che una non sovrasti e non soffochi l’altra.

Cavolo in vaso consociato con cipolla
 
 

500 segreti per avere un orto meraviglioso

320 Pagine. Formato 17×24 cm. Illustrato
Euro 18,90  Vedi prezzo scontato

L’antica abitudine di coltivare un orto sta tornando di grande attualità. Dopo qualche decennio trascorso nella illusione di un consumismo facile senza prezzi da pagare, ci stiamo accorgendo che alcuni prezzi ci sono: la rinuncia alla genuinità dei cibi e una totale subordinazione a un sistema produttivo di cui non si conoscono i meccanismi. L’orto come lo si intende oggi non è solo una piccola fonte di reddito, ma soprattutto una nuova filosofia di vita, un metodo sano per recuperare il giusto rapporto con la natura, con la terra e con il cielo. Purtroppo, molte conoscenze sono andate perse, e oggi non esistono scuole né insegnanti in grado di trasferire cognizioni non accademiche, ma pratiche, a chi vuole incominciare.
SCONTI E OMAGGI
PER SAPERNE DI PIU’

 

Per esempio si può coltivare la lattuga accanto alle piantine di peperone appena trapiantate, nella certezza che, quando il peperone sarà tanto cresciuto da togliere aria e luce alla lattuga, questa sarà già stata raccolta.

Ci sono poi casi nei quali la consociazione è addirittura consigliata, quando una pianta, per esempio, respinge i parassiti della seconda.

Ancora cavolfiori e cipolla in vaso
 

I cavoli in genere sono piante che si espandono molto abbastanza rapidamente, e sono molto voraci nel consumo delle sostanze fertilizzanti del terreno.

Possiamo considerare due casi.

Primo: consociazioni del tutto sconsigliate. Eviteremo senz’altro di coltivare patate o ravanelli assieme ai cavoli.

Secondo: Consociazioni possibili. Sono possibili, anche se non raccomandate, le consociazioni dei cavoli con cetrioli, fagiolini,  finocchi, lattuga, piselli, pomodori, spinaci.

Terzo: Consociazioni consigliate. Una consociazione decisamente consigliata per i cavoli è quella in associazione con le cipolle.

In un grosso vaso sono consociati peperoni e lattuga. spunta anche (da un vaso vicino) un tralcio di zucca
 

Coltivare i peperoncini piccanti

Dagli innocui Bell e Poblano  agli infernali Fatali, Habanero , Bhut Jolokia e Trinidad Scorpion Moruga

Coltivare l’orto Editrice 2013

72  pagine. Formato 17×24. Prezzo euro 5,00

Esistono migliaia di varietà coltivate di peperoncino. Si tratta di una spezia amata e diffusa in tutto il mondo, attorno alla quale si è sviluppata una cultura che vede impegnati migliaia di appassionati. Spesso questi si tramutano in veri e propri collezionisti di varietà , molte delle quali si contendono la palma di peperoncino più piccante al mondo. Dopo una lunga permanenza dell’Habanero ai vertici del Guinness dei Primati, ora è la volta del Bhut Jolokia. Questo libro introduce in modo semplice ma completo all’affascinante mondo dei peperoncini e alla loro coltivazione: anche un piccolo terrazzo può essere sufficiente.

PER SAPERNE DI PIU’
 

 


Tutti i manuali sull’orto li trovi su
coltivarelorto.it
CON SCONTI E OMAGGI
 

Alcuni manuali sono disponibili anche in formato
E-book.
Vedi i titoli disponibili sul sito
Lulu.com,
acquista e fai immediatamente il download. Prezzi ridotti e niente spese di spedizione.

Come concimare l’orto
L’orto sul balcone ABC
Che cosa mettere nell’orto
Risparmiare con il compost
Coltivare l’orto, I° edizione
Cercando Poimandres (mentre l’acqua corre nell’orto…)
 
 


Coltivare l’orto
gruppo aperto

6.100 iscritti
a settembre 2013

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
9.000 fans!!!
a settembre 2013

DIVENTA FAN


Fare l’orto diventa
Hobby dell’anno


DIVENTA FAN


Fare l’orto, che passione!

DIVENTA FAN

BUON ORTO A TUTTI!!!

 

 

Coltivare l’orto. Combattere le farfalle cavolaie (Pieris brassicae) con le foglie di pomodoro

Coltivare l’orto. Combattere le farfalle cavolaie  (Pieris brassicae) con  le foglie di pomodoro

Se cominciate a vedere qualche graziosa farfallina che svolazza sulle  vostre piante di cavolo, sappiate che quelle gentili creature potrebbero essere causa di seri guai per le piante che stanno adocchiando. Infatti la farfalla, (nome scientifico Pieris brassicae), volgarmente detta cavolaia, ha un legame stretto con i nostri cavoli, come lo stesso nome indica. Presto essa deporrà la sue uova sulle pagine inferiori delle nostre piante, senza che ce ne accorgiamo; finché, un (bel) mattino, scendendo nell’orto avremo una sgradita sorpresa:  di alcuni dei nostri migliori cavoli sarà rimasto solo lo scheletro; solo le nervature di quelle che il giorno prima erano foglie ampie e rigogliose.

Gli scarti della potatura del pomodoro, possono essere utilizzati per preparare un infuso insetticida
 
Che cosa può essere accaduto? Le uova della graziosa farfalla si sono schiuse, e ne sono usciti stuoli di voracissimi bruchi, che non hanno atteso neppure un attimo per dedicarsi a divorare i nostri cavoli.

Uova di farfalla cavolaia deposte sulla pagina inferiore delle foglie di cavolo
 

RIMEDI CONTRO LA CAVOLAIA

I rimedi per ovviare agli attacchi della cavolaia in modo biologico non sono molti: in effetti bisognerebbe controllare ogni giorno la pagina inferiore delle foglie per vedere se ci sono le uova, e in tal caso rimuovere la foglia. Oppure, si può cercare di allontanare le farfalle dai cavoli, usando una sostanza repellente. Questa sostanza la abbiamo a portata di mano in questo periodo, ed è facilissimo prepararla.

Una farfalla cavolaia
 

PREPARARE UN INFUSO DI FOGLIE DI POMODORO

Utilizzando le foglie ed i getti ascellari ricavati dalla potatura dei nostri pomodori, si può preparare un infuso.

Mettere due manciate di foglie di pomodoro in un contenitore, e versarci sopra due litri di acqua bollente. Dopo un paio d’ore, a infuso freddo, lo si può spruzzare sulle foglie dei cavoli e sul terreno circostante, senza diluirlo. Per favorire l’adesione aggiungete mezzo cucchiaio di detersivo liquido per i piatti, o scaglie di sapone di marsiglia.

Un cavolfiore verde dopo la pioggia
 


Coltivare l’orto
gruppo aperto

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
DIVENTA FAN

Altre  informazioni utili sulla coltivazione dell’orto le puoi trovare sul mio libro: Coltivare l’orto
BUON ORTO A TUTTI!!!